Eventi

Lug
27
sab
2024
Torre Pallavicina, “Terra madre” @ Parco Oglio Nord, Torre Pallavicina
Lug 27@18:00
Per la rassegna “Natura & Cultura” deSidera e Pianura da Scoprire presentano “Terra madre”, sabato 27 luglio alle 18.00 pressoil Parco Oglio Nord a Torre Pallavicina.  

Di e con Laura Nardinocchi e Niccolò Matcovich.
Scena Bruno Soriato e Giuseppe Frisino.
Produzione Florian Metateatro.
Compagnia Nardinocchi/Matcovich.

Sappiamo distinguere cosa è naturale da cosa non lo è? Esiste un patto tra noi e la natura? È ancora un nostro interlocutore?
Noi siamo città o natura? Con Terramadre abbiamo intrapreso un viaggio a frammenti, un viaggio fisico e teatrale durato più di un anno che ha avuto l’obiettivo di ridefinire il nostro rapporto con la natura. Terramadre intreccia le parole raccolte dalle persone incontrate con le nostre esperienze autobiografiche. Gli incontri hanno anche dato vita alla “scenografia partecipata” dello spettacolo: un totem costruito solo con materiali e oggetti ricevuti dalle persone intervistate che rappresentano il loro rapporto con la natura.

 

INFORMAZIONI UTILI: 
Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero e gratuito. 
Potrebbero esserci brevi tratti sterrati da percorrere a piedi nella natura per raggiungere il luogo dello spettacolo. 
Alcuni luoghi non prevedono le sedie, pertanto si consiglia di portare sempre con sé una coperta per assistere allo spettacolo distesi nell’erba. 
Si consiglia di portare una borraccia.
 
Per ulteriori informazioni: 
info@desiderateatro.it
info@pianuradascoprire.it
Martinengo, “Arlecchino malato d’amore” @ Piazza Maggiore, Martinengo
Lug 27@21:00

Torna l’appuntamento martinenghese con i Burattini di Daniele Cortesi, sabato 27 luglio 2024 “Arlecchino malato d’amore” vi aspetta in Piazza Maggiore a Martinengo alle ore 21.00.

Uno spettacolo che rispetta la tradizione burattinaia con legni finemente intagliati ed animati in una grande baracca che danno vita ad una divertente commedia in una serie di avventure e disavventure che non mancano mai di divertire il pubblico di tutte le età.

 

Ingresso libero.

 

Per informazioni:

0363988336 (mar, gio, sab, 8.30 – 12.30)

info@martinengo.org

Ago
3
sab
2024
Torre Pallavicina, “Soldato mulo va alla guerra” @ Palazzo Oldofredi Tadini Botti
Ago 3@18:00
Per la rassegna “Natura & Cultura” deSidera e Pianura da Scoprire presentano “Soldato mulo va alla guerra”, sabato 03 agosto alle 18.00 presso il Parco del Palazzo Oldofredi Tadini Botti a Torre Pallavicina.  

Con Massimo Barbero.
Consulenza storica Nicoletta Fasano e Mario Renosio.
Costume Sara Bosco – Vezza Maison.
Testo e regia Patrizia Camatel · Regia video Diego Diaz.

Durante la Prima Guerra Mondiale accanto agli uomini ha combattuto un esercito di animali. Muli, asini, buoi, cani, cavalli, piccioni vennero utilizzati per le azioni belliche, per lo spostamento di reparti e materiali, per le comunicazioni e il sostentamento delle truppe. E le testimonianze degli uomini al fronte ci parlano anche di convivenze altrettanto strette, con gli animali, ma non altrettanto desiderabili: i topi che invadevano le trincee, pulci e pidocchi che infestavano le vesti e i giacigli… La forzata coesistenza di animali di ogni genere con gli uomini avvicinò gli uni agli altri in una tragica fratellanza di fronte alla morte e alla sofferenza.
Creature affratellate anche dalla condizione dell’inconsapevolezza: il soldato semplice, la giovane “carne da cannone” che ha perso la vita e l’identità stessa, nelle trincee del Carso o sui monti contesi agli austriaci, è all’oscuro dei piani di conquista degli Stati, delle alleanze e delle strategie, proprio come un mulo sotto il basto, cui si chiede solo di obbedire. Al soldato si chiede di resistere, di sopravvivere, nascondendosi e strisciando nel fango, profittando degli avanzi o della morte dei compagni, proprio come farebbe un ratto.

 

INFORMAZIONI UTILI: 
Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero e gratuito. 
Potrebbero esserci brevi tratti sterrati da percorrere a piedi nella natura per raggiungere il luogo dello spettacolo. 
Alcuni luoghi non prevedono le sedie, pertanto si consiglia di portare sempre con sé una coperta per assistere allo spettacolo distesi nell’erba. 
Si consiglia di portare una borraccia.
 
Per ulteriori informazioni: 
info@desiderateatro.it
info@pianuradascoprire.it
Ago
4
dom
2024
Covo, “Viaggio nella fantastica” @ Bosco San Gherardo
Ago 4@18:00
Per la rassegna “Natura & Cultura” deSidera e Pianura da Scoprire presentano “Viaggi nella fantastica”, domenica 04 agosto alle 18.00 presso il Bosco San Gherardo di Covo.  

Di e con Matteo Curatella.

Il Matto, il cantastorie, arriva da lontano con la sua fisarmonica. Sta per raccontare le sue storie di principesse e cavalieri, draghi e castelli incantati, ma si ferma e propone a tutto il pubblico di compiere un viaggio. Un viaggio nel luogo dove si mangiano le nuvole a colazione, dove si grattugiano i grattacieli, dove si cammina con le mani a terra e i piedi per aria e dove il tempo si ferma.
Il luogo dove si inventano le storie: “La Fantastica”.

 

INFORMAZIONI UTILI: 
Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero e gratuito. 
Potrebbero esserci brevi tratti sterrati da percorrere a piedi nella natura per raggiungere il luogo dello spettacolo. 
Alcuni luoghi non prevedono le sedie, pertanto si consiglia di portare sempre con sé una coperta per assistere allo spettacolo distesi nell’erba. 
Si consiglia di portare una borraccia.
 
Per ulteriori informazioni: 
info@desiderateatro.it
info@pianuradascoprire.it
Ago
24
sab
2024
Mornico al Serio, “Quercus, serenata per il mio albero” @ Parco Santa Valeria
Ago 24@18:00
Per la rassegna “Natura & Cultura” deSidera e Pianura da Scoprire presentano “Quercus, serenata per il mio albero”, sabato 24 agosto alle 18.00 presso il Parco Santa Valeria di Mornico al Serio.  

Testi adattati e con Patrizia Camatel.
Ispirato a “Essere una Quercia” di Laurent Tillon · Musiche originali di Marco Silletti.
Alla chitarra Marco Silletti, Maria Grazia Reggio.
Al contrabbasso Matteo Ravizza.

È un omaggio in musica e parole ai tremila miliardi di esseri frondosi che ci sono compagni e sostegno su questo pianeta.
Ispirato a “Essere una Quercia” di Laurent Tillon, la narrazione è sostenuta da musiche originali che evocano i suoni della foresta, ora flebili ora impetuosi. Racconti ironici o intensi sui personaggi del mondo animale e vegetale (gli abitanti della foresta), creano un’esperienza d’ascolto in cui temi musicali e voce narrante fanno riflettere sui legami fra gli esseri viventi.

 

INFORMAZIONI UTILI: 
Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero e gratuito. 
Potrebbero esserci brevi tratti sterrati da percorrere a piedi nella natura per raggiungere il luogo dello spettacolo. 
Alcuni luoghi non prevedono le sedie, pertanto si consiglia di portare sempre con sé una coperta per assistere allo spettacolo distesi nell’erba. 
Si consiglia di portare una borraccia.
 
Per ulteriori informazioni: 
info@desiderateatro.it
info@pianuradascoprire.it