Il convento

Il convento, all’interno del film, rappresenta la tappa finale del viaggio nuziale di Stefano e Maddalena. Giunti a Milano per incontrare suor Maria (zia di lei), dapprima incorrono nei tumulti della cosiddetta “Protesta dello stomaco”, meglio conosciuta come la repressione del Generale F. Bava Beccaris (1898), e successivamente pernottano nel convento. Lì, oltre a passare la prima notte insieme, adotteranno, su consiglio della stessa zia, un bambino di nome Giovanni Battista. Adozione, questa, facilitata dalla promessa di un mantenimento mensile fondamentale per la sopravvivenza di un giovane nucleo familiare all’interno di un’economia povera e prevalentemente contadina.

Nell’ambientazione, dunque, siamo a Milano ma l’ubicazione del convento non è nell’antico capoluogo lombardo, bensì nel borgo storico di Martinengo. Le scene, infatti, furono girate all’interno del Convento di Santa Maria Incoronata, attualmente denominato “Sacra Famiglia”: un’istituzione scolastica paritaria che offre servizi dall’infanzia sino alla scuola secondaria, oltre che casa generalizia della Congregazione della Sacra Famiglia, seminario,ufficio missionario e casa di spiritualità.

Convento

One thought on “Il convento