Palazzo della Ragione

Comune: Romano di Lombardia

Il Palazzo della Ragione è uno degli edifici più antichi del borgo murato che ha conservato i suoi tratti peculiari: aperto da arcate sottostanti, su cui si innestano i Portici della Misericordia, al piano superiore è caratterizzato da ampi locali, utilizzati in vari modi: sale di rappresentanza, tribunale, casa dei Consoli, centro notarile.

La trama muraria è caratterizzata dalla presenza di borlanti di fiume posizionati a spina di pesce e decorazioni in cotto di gusto tardogotico, poste durante la dominazione dei Visconti, che provvidero anche alla sopraelevazione dell’edificio. A testimonianza della dominazione veneziana in facciata si trova il bassorilievo del Leone di san Marco, che tiene in mano il libro aperto: sembra un elemento di poca importanza, invece il libro aperto serve ad indicare i buoni rapporti esistenti fra la comunità di Romano e i suoi dominatori veneziani.

Accanto al Leone di san Marco era prassi che i podestà e i vicari vi facessero affrescare gli stemmi di famiglia.

All’interno del Palazzo del Comune si trova la sala delle capriate, sala consiliare più capiente, posta su due campate dei portici adiacenti